fbpx

Perdita di tono ed elasticità della cute? Udvartana

Garshan
Sensazione di pesantezza, rallentamento del metabolismo? Garshan
30 luglio 2018
Pinda sweda
Un corpo leggero, libero da tossine? Pinda Sweda
30 luglio 2018
udvartana

Erroneamente, spesso, nel mondo occidentale la pratica dei massaggi ayurvedici all’interno degli istituti di bellezza e dei centri benessere è confinata ai rituali di rilassamento e benessere. Questi sono senz’altro concetti intrinsechi nell’idea di benessere ayurvedico; l’Ayurveda è una disciplina a tutto tondo che offre numerosi trattamenti in grado di coprire le esigenze di chi si rivolge all’estetista olistica per ottenere soprattutto risultati estetici: il trattamento Udvartana è uno di questi.

Ma partiamo dall’inizio: nella letteratura tradizionale la parola Udvartana fa riferimento solamente ad un tipo specifico di trattamento facente parte di una famiglia più ampia. Infatti, troviamo Udsadana che fa riferimento allo sfregamento del corpo con una pasta densa formata da oli erbalizzati e polveri d’erbe; Udgarshan il quale prevede l’utilizzo di polveri d’erbe “a secco” ossia senza alcun tipo di olio; ed infine, Udvartana, che prevede il massaggio con abbondante olio ayurvedico maturato ed erbalizzato unito a polveri d’erbe.

Udvartana agisce a miglioramento degli squilibri dei dosha Vata e Kapha. Le preziose polveri di erbe ayurvediche agiscono stimolando Kapha, senza aggravare Vata, il quale viene pacificato grazie all’olio ayurvedico caldo. È uno dei trattamenti di detossinazione per eccellenza della pratica ayurvedica poiché pulisce i canali (Srota) in profondità: risulta quindi efficace come trattamento per contrastare la cellulite e gli accumuli di adiposità localizzata. Ancora una volta, la scelta dell’olio assume in questo trattamento un ruolo di grande importanza a seconda del tipo di cellulite e adiposità che si considerano, diventa quindi fondamentale effettuare un’analisi ayurvedica della zona da trattare. Inoltre, la polvere svolge una duplice azione: da un lato leviga la pelle eliminando le cellule morte e migliorandone l’aspetto, dall’altro stimola il metabolismo (ricordiamo che un metabolismo lento è segno di uno squilibrio di Kapha) e la circolazione linfatica contrastando il ristagno dei liquidi.

In aggiunta, praticato con l’olio ayurvedico tradizionale specifico, il trattamento Udvartana è utile nei casi di perdita di tono ed elasticità della cute poiché aiuta a mantenere la pelle elastica grazie al nutrimento profondo che gli oli ayurvedici apportano ai tessuti. A completamento del trattamento, si è soliti fare il bagno di vapore (Swedana) per avere un effetto ancor più detossinante: infatti, la sudorazione (Sweda) è in Ayurveda il metodo prediletto per la pulizia degli Srota. Il bagno di vapore favorisce inoltre la penetrazione in profondità degli attivi della polvere utilizzata durante il massaggio e degli oli ayurvedici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *